menu close menu

sotto il nettuno CAB1La Lotta olimpica, in Italia a volte chiamata semplicemente lotta, è uno sport da combattimento specializzato nel confronto in piedi ed a terra suddiviso in due varianti: lotta greco-romana e lotta libera (o stile libero). Spesso per indicare la lotta si usa il termine inglese wrestling, che non va confuso con gli spettacoli televisivi del pro-wrestling. Nella specialità greco-romana (presente alle Olimpiadi dal 1896) è formalmente proibito dal regolamento afferrare l’avversario al di sotto delle anche, eseguire sgambetti o spazzate ed utilizzare in ogni situazione gli arti inferiori; di conseguenza è una disciplina specializzata nella lotta dal clinch e prevede un ampio repertorio di prese, proiezioni, sbilanciamenti o difese dall’altezza della cintura alla testa. Nello stile libero che può essere praticato anche dalle donne, invece, è permesso afferrare le gambe dell’avversario, effettuare sgambetti, spazzate, ed utilizzare attivamente le gambe nell’esecuzione di qualsiasi azione in aggiunta alle tecniche della greco-romana.

Istruttore Greco Romana Dumitru Popov Dumitru Popov del CAB attualmente il più forte lottatore in Italia cat.84 kg
ORARI Greco romana Lunedi/Mercoledi/ Venerdi dalle 17,30 alle 18,30 bambini/ragazzi.

Dalle 18,30 alle 20,00 adulti

 

istruttore Lotta Libera Roberto Marchesiniroberto marchesini
Lotta libera:
ORARI martedi/giovedi 17.30-19,30
Lo stile libero è uno dei due stili di Lotta olimpica. A differenza della lotta greco-romana, si possono eseguire tecniche di proiezione, atterramento o ribaltamento che prevedano azioni sulle gambe.

BRAZILIAN JIU JITSU / MMA
ISTRUTTORE Francesco “Bronson” Piccione
Da lunedi a venerdi dalle 19,30-20,00 alle 21,00
C-BOLSPO-.jpg carlino bronson BJJ oro 16 9 17
bronson primo sardinia open 2017
Il Jiu-jitsu brasiliano è un’arte marziale, uno sport da combattimento e un metodo di difesa personale specializzato nella lotta ed in particolare in quella a terra. Non deve essere confuso con il suo predecessore giapponese Jūjutsu ma è piuttosto assimilabile alla disciplina del Grappling. La disciplina insegna come suo fondamento che una persona più piccola e debole può difendersi con successo da un assalitore più grande e più forte portando lo scontro al suolo dove utilizzerà appropriate tecniche come leve, chiavi articolari e strangolamenti. L’allenamento nel Brazilian jiu-jitsu viene praticato principalmente con il kimono (gi) ma negli ultimi anni si è sviluppato molto anche lo stile senza kimono (no-gi) che è quasi identico allo sport del grappling e più utile per gli atleti di MMA (arti marziali miste).